mercoledì 16 luglio 2014

Recensione: Oltre i limiti di Katie McGarry

Oltre i limiti
Katie McGarry

Editore: De Agostini
Pagine: 432
Prezzo: € 14,90

Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono ricoperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente, e tutto ciò che vuole è ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins, il "bad boy" del quartiere irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile comprensione, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare? Età di lettura: da 13 anni.

Vi capita mai di prendere un libro in mano e sapere esattamente ciò che troverete al suo interno?Come una storia tranquilla, semplice, una di quelle che vi farà rimanere per poco tempo quella sensazione di leggerezza addosso... Un libro dalla copertina come questa, una luce color seppia, i piedi di lei che si alzano appena sulle punte, quel gesto romantico che poco ci vuole per capire che i due soggetti si stanno baciando. Allora sì, io credevo di sapere cosa avrei trovato in questo romanzo. Mi aspettavo uno young-adult poco originale, banale come quelle storielle di cui ci innamoriamo da piccole, avevo solo voglia di una lettura estiva decisamente poco seria. Ho capito che leggerezza non è affatto sinonimo di Oltre i limiti.
Ho cominciato così ad incontrare una ragazza dai capelli rossicci nei corridoi della scuola, nella mensa al tavolo con le amiche, una ragazza che porta le maglie con le maniche lunghe anche se fuori ci sono trenta gradi all'ombra. E poi l'ho vista lì, nella sala d'attesa della psicologa. Seduto poco più in la però c'era qualcun altro, Noah, il ragazzo che in giro viene descritto come un drogato, che utilizza le donne per il proprio scopo personale e un attimo dopo dimentica i loro nomi. Di Echo invece, oltre ad avere un nome strano, si dice sia un'autolesionista che ha tentato il suicidio e d'altronde chi può biasimarla: una madre pazza, un padre innamorato della sua nuova fiamma nonchè ex babysitter della figlia e il fratello morto in Afghanistan. E' brutto camminare e sentirsi tutti gli sguardi addosso, è brutto essere additati per ciò che non siamo. Echo non si è procurata da sola quelle brutte cicatrici sulle braccia, lei si è svegliata in un letto d'ospedale così e deve solo ricordare cos'è successo quella notte con sua madre. Noah dal canto suo passa da una famiglia affidataria all'altra e continua imperterrito la sua lotta contro il sistema, come i due genitori affidatari che si prendono cura di Jacob e Tyler, i suoi fratellini. Allora lavora in una paninoteca ma lo stipendio non potrebbe mai garantire una vita serena a due bambini e tutte le scuse poi saranno buone per giudicarlo come un cattivo ragazzo. Noah ed Echo non sanno che quell'incontro, in quella sala d'attesa, sarà la salvezza del futuro di entrambi.
Questo libro mi ha sconvolta, mi è piaciuto molto e si è rivelato un vero e proprio gioiellino. Nonostante io abbia terminato quest'opera cinque giorni fa, mi sono decisa solo adesso ad esprimere la mia opinione e ho agito da egoista, tenendomi dentro molte emozioni. I personaggi sono descritti in maniera sublime, così tanto che mi è rimasto molto semplice affezionarmi a loro. Entrare nella mente di Echo e rivivere con lei il suo passato è stato doloroso, così com'è stato tremendo immaginarmi l'adolescenza difficile e drammatica di Noah. Entrare in contatto con questa coppia mi è risultato immediato grazie allo stile dell'autrice, che ha provveduto a scrivere il romanzo dai punti di vista di entrambi i protagonisti. Credendo appunto di trovare qualcosa di fresco e leggero mi sono imbattuta in una storia che non mi ha stuccata, una coppia che si è differenziata da tutte le altre per quel-non-so-che. La McGarry parla di emarginazione sociale, come nel caso di Echo quando si siede al tavolo con le amiche e c'è quella che puntualmente la snobba in presenza delle cheerleaders ma prova comunque ad avvicinarsi quando è sicura dell'assenza di occhi indiscreti. Parla anche di malattie, di droghe, di quanto difficile e dura può essere la vita. Di quando si ha vent'anni e un fardello pesante sulle spalle, come due fratellini per cui daremmo tutto l'amore di questo mondo se solo la società potesse permettercelo. Questo è un libro che non può non essere letto e io non vedo l'ora che esca il seguito. E mi metterei li, seduta ad un tavolo alla mensa della scuola, in un angolo, senza dare troppo nell'occhio, come fossi invisibile e senza sostanza. Perchè è così che mi sento quando leggo. Sfoglierei le pagine del libro e alzerei di tanto in tanto lo sguardo su una ragazza dai capelli rossi, le maniche lunghe e il capo chino, che lo alza solo per sbirciare Noah dall'altra parte della stanza. E mi abbandonerei ad un tenero sorriso, lasciandomi trasportare da quel piccolo, eterno attimo di complicità.

Katie McGarry

Katie McGarry è appassionata di musica, degli "...e vissero tutti felici e contenti", e dei reality. Adora scrivere con l'inchiostro colorato, soprattutto rosa e viola, ed è una tifosa della squadra di basket dell'università del Kentucky... anche se non lo ammetterà mai. Le piace conoscere i pareri dei suoi lettori.






Allora, chi lo ha letto alzi la mano!
Ah, una cosa che ho gradito moltissimissimo è l'elenco delle canzoni che hanno ispirato certi eventi e l'autrice è stata così carina da volerle condividere con noi lettori e lettrici :3
Va beh, ditemi cosa ne pensate!

ah: sapete che mi mancate tanto cari followers?
a presto, claudina.

11 commenti:

  1. Claaaa! *---------------* :3
    Sono mesi che giro intorno a questo libro e ancora non mi sono decisa a comprarlo (vai a capire perchè XD). Voglio leggerlo! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E te che stai aspettando? Che te lo porti la befana?? ahahahahah Lè, lo devi leggere, niente scuse. Stai a vedere che mi toccherà chiederti la data del tuo compleanno per regalartelo io stessa xD

      Elimina
  2. Uh l'ennessima bella opinione *__* devo sbrigarmi a leggerlo D: in questo periodo tra caldo e stress però leggo sempre meno T__T odio l'estate T__T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì Deni, io te lo stra-consiglio, mi uscivano i cuoricini dalle orecchie, dal naso e dall'ombelico da quanto era amore! ahahahah e vabbeeeeeeh leggilo in inverno, è bello ugualmente :P

      Elimina
  3. Io non l'ho letto ma dalla tua recensione più che entusiasta mi par di capire che meriti davvero... Ne prendo nota anche se al momento sono impegnata con altro.

    RispondiElimina
  4. Questo libro è meraviglioso, l'ho adorato in ogni salsa possibile ed immaginabile! La McGarry è sempre una garanzia!
    Ho letto tutti i suoi libri, compreso quelli inediti in Italia ovviamente, e sono tutti da 5 stelle per me con suite e servizio in camera! Tra i suoi boys, il mio preferito al momento è Ryan!! xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vacci piano con le parole, già ti invidio perchè leggi in lingua -ovviamente-, se poi mi dici che hai letto tutti i libri della McGarry -inediti in italia,ovviamente alla seconda- vuoi proprio farti odiare!! ahahahahah

      Elimina
  5. Che bella recensione, complimenti ^^
    Devo dire che io non ne son o rimasta incantata quanto te: la prima metà del libro mi ha sì stupito per la profondità dei temi trattati e del rapporto tra Echo e Noah, diverso da quello che mi aspettavo; dopo però mi è sembrato che la storia si ripiegasse su banalità e scenari già raccontati, non so se mi spiego. Mi è dispiaciuto perché mi aveva coinvolto molto in partenza :/
    Comunque sono contenta di sapere che qualcun altro lo ha apprezzato più di me :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi Clary, grazie per i complimenti, sei sempre super carina!
      Lo so, capisco ciò che intendi dire ma a me è piaciuto così tanto che a mente calda non riuscivo a pensare ai suoi difetti :)

      Elimina
  6. anche a me è piaciuto tantissimo

    RispondiElimina
  7. Ho amato questo libro. L'ho letto molto tempo fa, è stato il mio primo romance YA di quest'anno e ho trovato meravigliosa questa lettura. :)

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio e condividete con me le vostre opinioni :3